Nata nel 1926, la festa viene celebrata solo ogni dieci anni, coinvolgendo per giorni il paese, tra incredibili infiorate e tanti appuntamenti. Domenica 4 Messa con il cardinale Scola

casorate sempione

Ogni dieci anni, nel sesto anno di ogni decade, Casorate Sempione celebra una festa straordinaria, la festa decennale di San Tito, che quest’anno si svolgerà dal 3 al 13 settembre.
La festa è stata celebrata per la prima volta nel 1926, ideata da don Luigi Mariani, allora parroco del paese. «Don Luigi arriva a Casorate nel 1919, intuisce la profonda divisione nel paese tra fascisti, socialisti e popolari» spiega don Stefano Venturini, da diversi anni parroco di Casorate (e della vicina Arsago). E allora reinventa e riscopre la tradizione di San Tito, diacono martire ucciso nel 426 d.C a Roma, le cui reliquie erano state portate a Casorate nel 1626: don Luigi vuole ricostruire la “unione delle mente e dei cuori”». Prendendo spunto dalla ricorrenza del 1926 don Luigi celebrò per la prima volta questa festa, divenuta poi decennale e che – quindi – sarà riproposta anche nel 2016.
Il programma dei festeggiamenti, che si aprirà alle 12 di sabato 3 settembre con i 10 colpi di cannone e il successivo aperitivo, è davvero ricco di proposte. Tra gli appuntamenti religiosi, la Messa con monsignor Negri (sabato 3, 17.30) e quella con il cardinal Scola (domenica 4, ore 10.30), ma anche le processioni, in particolare nelle due domeniche della festa.
Non mancheranno spettacoli pirotecnici, concerti corali (Coro Divertimento Vocale) e di musical classica, cabaret. Saranno allestite anche delle mostre, tra cui quella curata da Massimo Conconi dedicata agli anni “del 6″ (con riferimenti alla storia mondiale e del paese, negli anni in cui si celebra la festa di San Tito nelle varie decadi dell’ultimo secolo).
In allegato un articolo del parroco che illustra il significato profondo della festa e il programma completo degli eventi.

Ti potrebbero interessare anche: