Di origine nobile, 68 anni, ha collaborato a lungo con il futuro Benedetto XVI. Arcivescovo di Vienna dal 1995, è anche un esperto riconosciuto della Cristianità orientale

Christoph Schönborn

Christoph Maria Michael Hugo Damian Peter Adalbert Schönborn è nato il 22 gennaio 1945 a Skalsko (Boemia, oggi Repubblica Ceca), secondogenito di un’antichissima famiglia dell’alta nobilità, trasferitasi in Austria poco dopo la sua nascita.

Dopo la maturità nel 1963 è entrato nell’ordine dei Frati Predicatori (domenicani) a Warburg vicino a Bonn, seguendo gli studi di filosofia e psicologia a Vienna, teologia cattolica a Bornheim-Walberberg e a Parigi, laureandosi in teologia nel 1971 e ottenendo nella medesima disciplina il dottorato nel 1974. Durante gli studi, a Ratisbona ha conosciuto Joseph Ratzinger. Nel frattempo era stato ordinato presbitero il 27 dicembre 1970 a Vienna dal cardinale Franz König.

Si è occupato di pastorale studentesca a Graz fra il 1973 e il 1975. Dal 1975 ha insegnato dogmatica cattolica e dal 1978 teologia dell’oriente cristiano all’Università di Friburgo in Svizzera. Nel 1980 Schönborn è stato nominato membro della Commissione teologica internazionale della Santa Sede e della Fondazione Pro Oriente dal 1984. Nel 1987 è stato segretario della commissione per la redazione del Catechismo della Chiesa cattolica, collaborando strettamente con Joseph Ratzinger. Negli anni Ottanta è stato chiamato a far parte di altre numerose commissioni di esperti: la commissione teologica della Conferenza episcopale svizzera (1980-1991), la commissione svizzera per il dialogo tra cattolici e ortodossi (1980-1987) e quella per il dialogo con gli altri cristiani (1980-1984).

Nel 1991 Giovanni Paolo II l’ha nominato vescovo titolare di Sutri e vescovo ausiliare di Vienna. L’ordinazione episcopale ha avuto luogo il 29 settembre 1991 nel Duomo di Santo Stefano a Vienna. Nel 1995 è succeduto a Hans Hermann Groër come arcivescovo. Il 29 giugno 1996 Schönborn – che nella primavera dello stesso anno aveva predicato gli esercizi spirituali in Vaticano – ha ricevuto da Giovanni Paolo II il pallio, simbolo dei metropoliti. Nel 1998 è stato creato cardinale del titolo di Gesù Divin Lavoratore. Nello stesso anno è stato nominato presidente della Conferenza episcopale austriaca, carica nella quale è stato confermato il 10 novembre 2004.

Teologo esperto e ottimo predicatore, poliglotta (parla anche l’italiano) e convinto assertore della dimensione universale della Chiesa, Schönborn è ordinario in Austria per i fedeli di rito orientale e un esperto riconosciuto della Cristianità orientale. Egli è pure membro delle Congregazioni vaticane per le Chiese orientali, per la dottrina della fede e per la formazione cattolica e del Pontificio Consiglio per la cultura, nonché della Pontificia Commissione per i beni culturali.

Ti potrebbero interessare anche: