In occasione delle giornate di Musei Aperti di AMEI la presentazione "incrociata" del Crocifisso appartenuto a san Carlo Borromeo e della Via Crucis di Lucio Fontana

Lucio Fontana Via Crucis bianca

Sabato 1 ottobre, all’interno delle giornate di Musei aperti di AMEI (Associazione Musei Ecclesiastici italiani) il Museo dei Cappuccini ospita alle 11.30 una visita guidata, coordinata fra i milanesi Museo dei Cappuccini e il Museo Diocesano (che ospiterà in visita alle 10, dello stesso giorno).

Nelle due sedi i rispettivi conservatori del Museo Diocesano e la direttrice di quello dei Cappuccini, si daranno il cambio per introdurre le opere di proprietà dell’altro. Al Diocesano sarà analizzata una Via Crucis di Fontana, mentre dai Cappuccini un Crocifisso di proprietà di San Carlo Borromeo.

Il Crocifisso, di proprietà di San Carlo Borromeo, è di autore ignoto, risale al XVI secolo, in avorio scolpito, legno ebanizzato, marmo nero, 73,5 x 26.

Un crocifisso con una tipologia identica nella base è raffigurato nel dipinto: “Il digiuno di san Carlo” opera di Daniele Crespi conservato nella Basilica di S. Maria della Passione a Milano.

Il cardinale Federico Borromeo, cugino di san Carlo, lo regalò ad Ottavio Ermanni che a sua volta, con un testamento del 24 ottobre 1634, lo lasciò a Giovanni Battista Cattaneo.

Con un altro documento del 1705 si sa con certezza che la signora Elena Rovato lo lasciò al convento dei Frati Minori Cappuccini dei SS. Pietro e Marcellino di Brescia ed una aggiunta posteriore attesta che era destinato al convento dei Frati Minori Cappuccini della Badia di Brescia.

Dal 1° di ottobre, inoltre, nelle sale del Museo dei Cappuccini, in esposizione la mostra fotografica “A causa mia: i cristiani in medio oriente tra persecuzione e speranza”; realizzata dalla Fondazione Terra Santa

In relazione alla mostra, mercoledì 5 ottobre, alle ore 18, presso Fondazione Terra Santa (via Gherardini 5, Milano) la conferenza “A causa mia: L’immagine del martirio nella storia dell’arte cristiana” tenuta dalla direttrice del Museo, Rosa Giorgi.

Prosegue l’iniziativa in favore degli ospiti della mensa di Opera San Francesco per i Poveri onlus. L’ingresso al Museo è gratuito, come tutte le iniziative qui presentate, ma chi visita il Museo può liberamente donare un pasto per gli ospiti della mensa con l’offerta di euro 3,50 cosicché visitare il Museo potrà essere nutrimento per il proprio spirito e insieme per il corpo dei più bisognosi. Grazie a tutti coloro che vorranno partecipare!

Aperture Museo dei Cappuccini: martedì 14.00 – 18.30, e mercoledì 10.00-12.00; 14.00-17.30. Apertura un sabato al mese (ore 10.00 -18.30) il 1 ottobre, 19 novembre, 17 dicembre.

Ti potrebbero interessare anche: