La celebre statua di Canova è stata ricollocata sul piedistallo e per la metà superiore il lavoro è completato. Fino alla fine dell’estate, l'opera sarà sottoposta agli ultimi lavori di restauro.

Napoleone Brera Canova

È iniziata la fase finale del restauro del Napoleone di Brera. Il progetto è stato possibile grazie al generoso contributo di Bank of America Merrill Lynch che con il programma Art Conservation Project fornisce sostegno a istituzioni non profit per la conservazione di opere particolarmente significative per il patrimonio culturale e la storia dell’Arte.

La statua è stata ricollocata sul proprio piedistallo al centro del cortile del Palazzo di Brera.

Per realizzare la delicata manovra, anche in considerazione del peso (3.180 Kg), l’opera è stata spostata con due gru contemporaneamente. Per rispettare l’inclinazione della statua e la corretta distribuzione del peso sono state osservate scrupolose attenzioni.

Grazie alla sistemazione a terra, a partire dal gennaio 2014 è stato possibile effettuare nuovi test e rilievi, oltre a buona parte dei lavori di pulitura (realizzati con bisturi e laser) in aggiunta alla prima stesura del protettivo sulla parte anteriore.

Il basamento in marmo è stato sottoposto a indagini ultrasoniche e test di pulitura. Sono stati realizzati, inoltre, alcuni interventi di consolidamento della struttura con l’iniezione di resine epossidiche e di un intarsio in una parte spezzata.

Da ora fino alla fine dell’estate il Napoleone resterà in questa sua collocazione naturale e sarà sottoposto agli ultimi lavori di restauro, in particolare quelli che interesseranno la pulitura della superficie del bronzo nella parte posteriore (rimasta inaccessibile) e la stesura degli ultimi protettivi.

In linea con i criteri di visibilità che hanno caratterizzato il restauro fino ad ora, intorno al monumento è stata realizzata una nuova struttura protettiva trasparente che consentirà al pubblico di osservare e seguire lo svolgersi dei lavori.

Prosegue dunque regolarmente e nei tempi previsti la realizzazione del progetto studiato dall’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi e dalla Soprintendenza per i beni storici artistici e etnoantropologici di Milano. Grazie alla pulitura sono emersi particolari esecutivi molto interessanti che saranno presentati alla conclusione di questa fase.

I lavori di restauro e di movimentazione sono stati diretti da Daniele Pescarmona ed effettuati dallo Studio di Restauro Servabo-Colella e da un’equipe di ingegneri.

Il Napoleone di Brera è una delle 24 opere di 16 paesi che Bank of America Merrill Lynch ha selezionato con l’Art Conservation Project destinando importanti finanziamenti. Attraverso la conservazione di queste opere d’arte Bank of America Merrill Lynch dimostra il suo sostegno a favore del patrimonio delle comunità locali in cui svolge la propria attività, come la città di Milano.

Ti potrebbero interessare anche: