Inaugurato il nuovo impianto di illuminazione del gioiello dell'architettura rinascimentale a Milano, all'interno del complesso basilicale e del suo museo. Nei giovedì di luglio, apertura fino alle 22

Cappella Portinari

Il 23 giugno scorso, il Museo di Sant’Eustorgio a Milano ha inaugurato il nuovo impianto di illuminazione per la Cappella Portinari, realizzato grazie alla generosità di Barovier & Toso Vetrerie Artistiche Riunite S.r.l., sotto la sorveglianza della Soprintendenza per le Belle Arti e il Paesaggio e dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Milano. 

Nelle ore serali la nuova illuminazione regalerà rinnovata luce alla scenografica architettura brunelleschiana della Cappella Portinari e all’illusionismo luministico degli affreschi di Vincenzo Foppa. I nuovi corpi illuminanti a led, appositamente studiati e realizzati da Erco, nel rispetto dell’architettura e della storia del luogo, doneranno intensità agli affreschi e ai rilievi della Cappella Portinari, offrendo al pubblico uno spettacolo emozionante, altrettanto vero e naturale come appare nelle ore del giorno. Grazie a quest’opera, che valorizzerà al meglio non solo i colori, ma l’intera atmosfera di questo luogo magico di Milano, il Museo di Sant’Eustorgio potrà accogliere i propri visitatori anche in orari serali, aprendosi alla città, in un dialogo che ha l’obiettivo di promuovere il patrimonio storico-artistico e spirituale di cui il Museo è custode.

Aperto nel 2000 negli ambienti dell’omonima basilica, il Museo di Sant’Eustorgio custodisce i resti della necropoli paleocristiana, inquadrabile tra III e IV secolo e tornata alla luce grazie agli scavi condotti tra il 1959 e il 1961, e presenta numerose opere di diversa provenienza e natura. Inoltre, è sede dell’arca di San Pietro martire di Giovanni di Balduccio e della Cappella Portinari, gioiello del Rinascimento lombardo dell’epoca di Francesco Sforza, celebre per il suo scenografico sistema decorativo, opera dell’artista Vincenzo Foppa, che stupisce per lo straordinario uso del colore. Ancora oggi, la basilica di Sant’Eustorgio rappresenta un complesso insieme di stili artistici e architettonici tra loro in armonia, simbolo di apertura verso molteplici forme di espressione.

Il Museo è accessibile dal portone a sinistra della basilica, in Piazza Sant’Eustorgio 3.
Orario di apertura – Tutti i giorni, 10.00 – 18.00. A luglio il giovedì fino alle 22 (ingresso dalle 18, 2 euro).
Ingresso: 6 euro intero, 3 euro Over 60 e studenti, 1 euro under 14.

Per informazioni, http://www.santeustorgio.it/il_museo_di_santeustorgio.html

Ti potrebbero interessare anche: