Alla fine di agosto alcuni ragazzi dai 14 ai 19 anni si sono dati da fare in due campi di lavoro che hanno rinnovato un oratorio e una mensa Caritas e sostenuto una casa di ospitalità per donne e minori. E adesso è tempo di fissare gli appuntamenti per il prossimo anno pastorale

di Marta VALGUSSA

Acs

Ci sono dei ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni che hanno trascorso gli ultimi dieci giorni di agosto a lavorare per gli altri, sostenendo progetti umanitari e riflettendo insieme ai coetanei sui valori fondamentali della loro vita. Sono i giovani di Azione cattolica studenti. Giovanni Battista (detto Giobi) Silva e Irene Saonara (entrambi classe 1989) sono i responsabili diocesani dell’Acs e ci hanno raccontato i dettagli di queste iniziative.
«Abbiamo organizzato due campi di lavoro, uno a Lecco, presso l’oratorio di Pescarenico, e uno a Monza, all’oratorio san Carlo – racconta Irene -. Il primo si è svolto dal 19 al 24 agosto e ha visto 44 ragazzi sporcarsi le mani per raccogliere fondi in favore di una comunità, “Casa sul pozzo”, gestita da don Angelo Cupini. Obiettivo principale è quello di reintegrare minori di seconda generazione, attraverso molte attività, tra cui il doposcuola e il teatro».

Giobi spiega: «Nel concreto abbiamo tinteggiato un oratorio, sistemato un asilo parrocchiale, in particolare nell’organizzazione degli arredi da giardino. Abbiamo rinnovato la mensa della Caritas e liberato una strada comunale insieme alla Protezione Civile di Lecco». Il comune di Lecco ha garantito una stretta collaborazione all’Acs, offrendo ai ragazzi le tessere per viaggiare gratis sui mezzi della città. «Inoltre insieme a Stefano Sacco, docente di lettere al Collegio Volta, e a Silvia Negri, responsabile della zona di Lecco per l’Azione Cattolica, abbiamo riflettuto insieme sulla figura di fra Cristoforo, visitando i luoghi manzoniani e approfondendo la tematica del perdono» conclude Irene.

Per quanto riguarda invece il campo di Monza, sono stati 28 i ragazzi che dal 24 al 30 agosto hanno lavorato per sostenere Jobel, una casa di ospitalità Caritas, gestita da don Augusto Panzeri, per donne e minori che hanno subito violenza domestica. «Oltre ai banchetti con prodotti del Commercio Equo e Solidale e di bigiotteria, creati dai noi, l’evento che ha attirato più di 450 persone è stata la “salamellata”, organizzata lunedì 26 luglio: giovani, adulti, famiglie con bambini, in tanti hanno aderito a questa iniziativa» dice Giobi. Tra questi anche Cherubina Bertola, vicesindaco e assessore al comune di Monza per le politiche sociali.

E ora, quali sono i progetti dell’Azione cattolica studenti per l’anno 2013-2014? Risponde Giobi: «Anzitutto i progetti nelle scuole. Si tratta di percorsi specifici  durante le ore di religione, oppure nel pomeriggio, che invitano i ragazzi a riflettere su tematiche quali la giustizia, l’economia, il volontariato, il bene comune e la migrazione. Sono incontri interattivi che permettono anche di allargare gli orizzonti e conoscere realtà vicine alla scuole, con cui potersi relazionare.

«Un altro momento importante per l’Acs – aggiunge Irene – è la due giorni maturandi, prevista per l’8 e 9 febbraio. I 19enni che si preparano ad affrontare la maturità possono sfruttare questa occasione per ragionare anche sul post maturità e sui criteri di scelta che vogliono adottare nella vita sia per l’università che per il mondo del lavoro, ma anche per il voto politico, a cui hanno accesso ormai alla loro età».
Infine segnaliamo anche la quattro giorni a Milano dal 2 al 5 gennaio e gli esercizi spirituali di Avvento il 16 e 17 novembre e il 31novembre-1 dicembre. Per maggiori info: www.azionecattolicamilano.it.

Ti potrebbero interessare anche: