Il tema proposto dal coordinamento regionale degli oratori (Odielle) è “Every body - Un corpo mi hai preparato” e sarà illustrato, con le relative proposte, nel corso di un incontro al Pime di Milano

di Mario PISCHETOLA

Oratorio estivo

È già stato annunciato il tema dell’oratorio estivo 2013, proposto dal coordinamento regionale degli oratori Odielle (Oratori diocesi lombarde) e tradotto, per la Diocesi ambrosiana, dalla Fom (Fondazione oratori milanesi). Lo slogan è “Every body – Un corpo mi hai preparato”. In continuità con il tema delle “parole” della scorsa estate, quest’anno i ragazzi potranno approfondire la conoscenza della dimensione della corporeità, come altro elemento chiave per essere se stessi e relazionarsi con gli altri.

«Completiamo la riflessione sulla comunicazione umana che è sempre, insieme, verbale e gestuale – afferma don Samuele Marelli, direttore della Fom -. Anche il corpo, come le parole, ha una sua coerenza che deve essere sviluppata e orientata saggiamente. Il modello che abbiamo davanti, che ispira tutta la proposta dell’oratorio, è il Figlio di Dio, il Verbo incarnato. La sua umanità diventa per i ragazzi una scuola di vita e un riferimento costante per una crescita personale che sia armonica, capace di integrare tutte le dimensioni della vita».

La proposta “Every body” sarà presentata ai responsabili degli oratori e ai coordinatori del prossimo oratorio estivo sabato 6 aprile, dalle 8.30, presso la sede del Pime di Milano (via Mosé Bianchi, 94). Sarà a disposizione il sussidio guida che contiene dieci fascicoli con tutte le proposte per l’animazione, il cd dei canti, il libretto per la preghiera dei ragazzi e il quaderno animatori. Insieme al sussidio, saranno forniti altri materiali per l’estate in oratorio. Sempre dal 6 aprile sarà attivo il sito internet www.oratorioestivo.it (curato dall’editrice In dialogo), aggiornato con le novità 2013.

Attorno al logo dell’oratorio estivo “Every body – un corpo mi hai preparato”, responsabili, educatori e animatori articoleranno le diverse attività che riempiranno le giornate dei ragazzi con il gioco, la narrazione, la creatività, il canto, l’animazione e naturalmente la preghiera. Non mancherà l’aspetto culturale. I ragazzi potranno approfondire il tema della corporeità, così come viene presentato nell’arte, nella letteratura e nella cinematografia.

«Oggi il corpo è esaltato, esibito e talvolta idolatrato, ma anche purtroppo banalizzato, disprezzato e perfino violato – scrive don Marelli nell’introduzione al sussidio -. Educare i ragazzi alla corporeità significa allora anzitutto riprenderci il corpo che Dio ci ha preparato, nella consapevolezza che esso costituisce la via della salvezza o forse ne è addirittura il cardine».

Il sottotitolo dell’oratorio estivo, tratto dal capitolo 10 della lettera agli Ebrei, «un corpo mi hai preparato», aiuta a leggere la proposta della Fom come un cammino di riscoperta del proprio corpo nella chiave del dono ricevuto e ridonato, secondo lo stile del Vangelo.

«In un certo qual modo, il tema dell’oratorio estivo sarà efficacemente espresso, se i contenuti della proposta saranno accompagnati dalla coerenza dei gesti e dalla testimonianza degli animatori – dice don Marelli -. Non potremo dimostrare che un corpo che si dona per il bene dell’altro realizza una vita piena, se gli educatori e gli animatori a cui affideremo i nostri ragazzi non dimostreranno che questo è possibile, proprio nell’esperienza del servizio quotidiano». Questa grossa sfida impone che già nelle prossime settimane si avvii una competente formazione degli animatori. Proprio sabato 6 aprile sarà possibile iscrivere gli animatori ai percorsi formativi che la Fom mette a disposizione per loro.

Info: www.chiesadimilano.it/pgfom

Ti potrebbero interessare anche: