L’iniziativa promossa a livello decanale per mettere chi si affaccia sul mondo dell’occupazione nelle condizioni migliori per trovare un impiego. La responsabile: «Confrontarsi è il primo passo per ripartire»

giovani lavoro

Una delle emergenze che più stanno mettendo alla prova la nostra società è sicuramente la disoccupazione giovanile. Pur rendendosi conto che il problema non è di facile soluzione, la Caritas del Decanato di Oggiono, attraverso l’attivazione di uno Sportello Lavoro rivolto ai ragazzi, si propone almeno di mettere i giovani nelle condizioni migliori nella ricerca di un impiego.

Infatti il giovane si trova spesso in difficoltà nel preparare ed esperire ciò che serve a esporre e proporre le proprie professionalità, a stilare correttamente dei curricula, a presentare adeguatamente la sua preparazione e le sue capacità, a offrire, insomma un’immagine di sé quanto più chiara e rispondente alle sue specificità. L’iniziativa della Caritas decanali è indirizzata proprio a questo aspetto, alla luce anche di una piccola esperienza positiva già condotta in via sperimentale in questi mesi dalle Caritas cittadine di Oggiono, Lecco e Valmadrera, che hanno attivato con agenzie specializzate due brevi corsi di «Ricerca attiva del lavoro».

Il percorso vedrà l’intervento di professionalità specifiche quali lo psicologo e il tutor e di esperti del mondo del lavoro. Le sessioni di lavoro saranno da quattro ore l’una, con frequenza di due volte a settimana. Obiettivo del corso è quello di accrescere la capacità dei partecipanti nella ricerca del lavoro e facilitare le dinamiche di incontro tra domanda e offerta, illustrando e facendo sperimentare le tecniche e i canali per la ricerca, dopo una preventiva analisi del profilo e della spendibilità professionale.

Verranno approfonditi i seguenti aspetti: tecniche di ricerca; fonti di ricerca; la ricerca in internet; la candidatura on line; il curriculum vitae; il curriculum vitae europeo; la lettera di presentazione; il processo di selezione; i colloqui di lavoro; i contatti di lavoro; l’autocandidatura. Nell’ultima lezione i ragazzi potranno iniziare concretamente la propria ricerca del lavoro.

«I giovani nati negli anni Ottanta oggi sono i più colpiti dalla disoccupazione – spiega la responsabile della Caritas del Decanato di Oggiono, Carla Perego -. Sono quei ragazzi che, appena diplomati o laureati, magari dopo un brillante piano di studi, si affacciano al mercato del lavoro e incontrano le prime difficoltà a districarsi nella ricerca. Non sanno con chi e come confrontarsi, alimentando in loro stessi dubbi sul proprio profilo e incertezze sul cammino da intraprendere. Le legittime aspettative si scontrano con una situazione obiettivamente difficile, perché le aziende selezionano duramente e hanno fretta di conoscere chi si trovano davanti».

«Non trovare lavoro, una prima occupazione, diventa una condizione drammatica sempre più frequente e confrontarsi con altri che vivono la stessa situazione può essere il primo passo per reagire e ripartire – continua Carla Perego -. Per questo vogliamo rivolgerci a loro, per conoscere la loro situazione, sapere se hanno trovato un lavoro o se ne sono ancora alla ricerca, per capire le loro difficoltà e, se lo ritengono utile, per fare insieme un percorso che li aiuti ad accrescere le conoscenze e le dinamiche che li possano aiutare nella ricerca di un’occupazione».

Le iscrizioni al corso si chiuderanno il 15 settembre. Per informazioni gli interessati possono rivolgersi alla Caritas decanale di Oggiono (tel. 0341.260403, nelle ore e giorni di apertura del Centro di ascolto; e_mail: caritasoggiono@alice.it).

Ti potrebbero interessare anche: