Per accedere alla celebrazione in piazza San Pietro - domenica 19 ottobre - la Prefettura della Casa Pontificia rende noto che ciascun pellegrino dovrà essere munito di un biglietto (gratuito).Per ottenerlo, in questa occasione, il Vaticano chiede che ci si rivolga esclusivamente alla diocesi e che non si percorrano altre vie, al fine di non creare confusione e sovrapposizioni.

Paolo VI

Ecco pertanto le note tecniche riguardanti i pellegrini ambrosiani:

Agenzie di viaggio/Associazioni:
Chi partecipa al pellegrinaggio essendosi iscritto presso una Agenzia di viaggio è sufficiente che si interfacci con essa. Sarà infatti l’Agenzia stessa a tenere i contatti con il competente ufficio della Curia comunicando i dati necessari entro il 14 settembre. Questo vale anche per chi si fosse iscritto presso i grandi Gruppi o le Associazioni.

Pellegrini singoli
Per ottenere i biglietti, gratuiti, chi raggiungerà Roma in maniera autonoma dovrà inviare una mail di richiesta ( turismo@diocesi.milano.it con oggetto: Biglietti Paolo VI) entro il 14 settembre. Nel mese di ottobre – con modalità che saranno comunicate – i biglietti potranno essere ritirati, insieme ad un foulard di riconoscimento del gruppo milanese, presso il Servizio per la pastorale del turismo e dei pellegrinaggi della Curia.

Ammalati
I malati avranno un biglietto specifico. Anche loro dovranno iscriversi entro il 14 settembre con le stesse modalità sopra richiamate. In piazza San Pietro saranno collocati in un settore riservato e potranno accedervi con un solo accompagnatore.

Sacerdoti e diaconi
Tutti i sacerdoti potranno concelebrare, portando il camice e la stola verde.
Avranno un biglietto – da richiedere, come sopra – diverso da quello dei fedeli laici, così come anche i diaconi.
Oltre al biglietto però dovranno necessariamente esibire a Roma anche il “celebret”. Per chi ne fosse sprovvisto (vale 5 anni) tale documento deve essere richiesto alla Cancelleria Arcivescovile allegando 2 fototessera. Poiché il tesserino deve essere firmato dal sacerdote intestatario si consiglia di recarsi in Cancelleria di persona.

Ti potrebbero interessare anche: