All’Unicredit Pavilion tappa milanese del progetto «Il Bello dell'Italia», con il sindaco Beppe Sala, il governatore Roberto Maroni, il sottosegretario Luigi Bobba, le letture di Giacomo Poretti, la musica di Franco Mussida e i grandi nomi del no profit

il bello dell'italia

«Il Bello dell’Italia» è un vasto progetto del Corriere della sera che racconta il nostro Paese attraverso la bellezza: l’incanto italiano è fatto di dna, ma anche di creatività; un patrimonio di realtà, progetti e visioni esplorato nella sua indole meno scontata, oltre lo stereotipo. Un racconto di un’Italia ricca di risorse, potenzialità e storie. In questo viaggio la bellezza è narrata nelle sue mille sfaccettature, a partire dalle esperienze più inedite. Dal 24 settembre fino al 5 ottobre questa ricchezza sarà protagonista di una serie di eventi diffusi in sei città italiane.

Giovedì 29 settembre appuntamento alle 18.30 a Milano, all’Unicredit Pavilion, con “Non siamo soli -La bellezza delle relazioni, le alleanze del cambiamento”, incontro coordinato da Elisabetta Soglio.

Una storia di solidarietà che dura da cinque secoli: Milano è la capitale del welfare e può diventare un modello per tutto il Paese. Con testimonianze, video, musica – con l’ex Pfm Franco Mussida che torna a esibirsi in pubblico per questa occasione – e poesia – con Giacomo Poretti – si cercherà di raccontare questo pianeta che copre ambiti disparati e viene incontro a fragilità di natura diversa, regalando a chi è più debole passione, tempo, opportunità. E in una conversazione con il sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Bobba, il governatore Roberto Maroni e il sindaco Beppe Sala, si cercherà di capire che cosa chiede il mondo del terzo settore alle istituzioni. E ancora la Milano del terzo settore con il racconto del welfare ambrosiano affidato a 20 suoi protagonisti, da don Virginio Colmegna a Giuseppe Guzzetti, da don Antonio Mazzi ai vertici di Vidas, Naga, Lila, Istituto dei Ciechi, Fondazione Rava e altri ancora.

La grande inchiesta «Il Bello dell’Italia» si è sviluppata da inizio 2016 sulle pagine e sul sito del quotidiano, attraversando tutti i territori – città, distretti produttivi, siti protetti, borghi e aree rurali. Il progetto è cresciuto grazie al contributo dei lettori, che hanno mandato migliaia di fotografie, e culminerà con eventi diffusi in tutta la penisola: dopo Novara, «Il Bello dell’Italia» proseguirà il 3 ottobre a Napoli e infine il 5 a Catania.

Il lungo racconto del «Bello dell’Italia» – inchiesta giornalistica, contributo dei lettori, eventi diffusi, appuntamenti a tema, iniziative social – sfocerà il 6 ottobre in un numero speciale in omaggio in tutta la penisola con il Corriere della sera, con tiratura straordinaria di un milione di copie.

La serata è a ingresso libero fino esaurimento posti.

Per partecipare occorre registrarsi sul sito www.corriere.it/bello-italia/partecipa

Ti potrebbero interessare anche: