Più 6 per cento in un anno e più 64 per cento negli ultimi cinque anni. I dati emergono da un'elaborazione della Camera di Commercio di Milano e dell’Unioncamere regionale

di Cristina CONTI

Da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano e dell’Unioncamere regionale, sulla base del registro delle imprese, emerge un boom di imprese green: più 6 per cento in un anno e più 64 per cento negli ultimi cinque anni.

Dai veicoli elettrici alla raccolta di rifiuti pericolosi, dalla produzione di compost alla consulenza agraria. «Il settore green si sta sviluppando negli ultimi anni nonostante la crisi. Questo vale anche per l’edilizia, dove si sta affermando una nuova modalità di costruire, nella direzione di una maggiore visibilità e attenzione al verde, all’ambiente, al risparmio energetico», ha commentato Carlo De Albertis, membro della Giunta della Camera di Commercio di Milano e Presidente di Assimpredil Ance.

In testa alla classifica per numero di attività presenti c’è ovviamente la città metropolitana con 3.695, seguita da Brescia con 1.212 e Bergamo con 1.034. La crescita maggiore invece si è vista a Lecco, che ha registrato un aumento del 14 per cento, poi Bergamo e Monza con l’8 per cento. Un settore rilevante anche per il lavoro, perché produce un totale di 79mila addetti, un quinto di tutta la Penisola, di cui oltre 35mila solo a Milano. «Nel contesto lombardo, su questa vera e propria “specializzazione produttiva”, il saper fare ambientale, si gioca ormai la competitività e la ricerca innovativa», ha aggiunto Gian Domenico Auricchio, presidente di Unioncamere Lombardia.

E proprio per aiutare questo comparto, è appena partita l’iniziativa “Green Know-How Community”, un pacchetto integrato di interventi per favorire la crescita, lo sviluppo e il consolidamento di imprese e studi professionali “verdi”. Tra queste la collaborazione strutturata e continuativa tra imprese e centri di ricerca pubblici e privati, il supporto di nuove imprese e attività orientate allo sviluppo sostenibile e piattaforme tecnologiche, laboratori di innovazioni e un sistema di relazioni per facilitare il trasferimento di conoscenze scientifiche e tecnologiche dalle Università alle Pmi. «La Lombardia ha un peso importante nella green economy. La Camera di Commercio, Unioncamere e la Regione hanno messo in opera questo pacchetto di iniziative per rafforzare il settore, sviluppando le alleanze e il coordinamento tra le imprese e puntando a far convergere le azione delle diverse istituzioni», ha sottolineato Massimo Ferlini, membro della Giunta della Camera di Commercio di Milano.

Ti potrebbero interessare anche: