Sul tema «Il cibo... oltre il cibo», presso l’aula magna dell’università Bicocca Scuola di Medicina

In occasione della Giornata mondiale del Malato, sabato 14 febbraio, dalle 9 alle 13, a Monza, presso l’aula magna dell’università Bicocca Scuola di Medicina (via Cadore 48, vicinanze Ospedale san Gerardo) si svolgerà il tradizionale convegno promosso da Caritas di Monza, Zona Pastorale V e Università Bicocca, con la collaborazione della Fondazione Maria Bianca Corno, del Liceo Dehon di Monza e dell’Istituto Floriani di Vimercate. Teme di quest’anno, «Il Cibo oltre il Cibo», ispirato dall’imminente Expo 2015.

Al convegno saranno presenti numerosi studenti delle Superiori. È prevista la presenza di alunni di quarta dell’Istituto Floriani di Vimercate e del Liceo Dehon di Monza. Fra i relatori alcuni studenti del liceo monzese che illustreranno i risultati di una ricerca/sondaggio sugli stili di vita alimentari dei giovani.

Dopo i saluti del Vicario episcopale di Zona monsignor Patrizio Garascia e del Delegato della Scuola di Medicina, il convegno si articolerà in due parti. La prima, “La tavola è imbandita e fa spettacolo. Per chi?”, è dedicata all’Expo e alla cultura odierna legata al “cibo”: in questa fase si prevede, oltre alla presentazione della ricerca, anche la testimonianza di un imprenditore della alimentazione, l’illustrazione del progetto Caritas realizzato in occasione di Expo 2015 e l’approfondimento dei significati, anche in chiave mediatica, della grande Esposizione universale. Nella seconda parte, “Sedersi a tavola: la sofferenza è ‘servita’!?”, il convegno approfondirà gli aspetti psicologici e patologi legati al cibo, con testimonianze, video e riflessioni coordinate dagli psichiatri Luigi Enrico Zappa e Gabriele Stampa, nonché contributi a cura della Fondazione Maria Bianca Corno. Modera Beppe Colombo.

L’invito è rivolto a tutti in particolare a docenti e studenti universitari, medici, infermieri, volontari, operatori Unitalsi, Oftal, Caritas, Ministri Straordinari della Comunione Eucaristica, persone diversamente impegnate accanto ai malati.

Ti potrebbero interessare anche: