Sui bisogni complessi di assistenza e cura la Fondazione Don Gnocchi promuove gli eventi conclusivi del progetto europeo “Enablin+”

bambini e disabilità

Sabato 24 settembre a Milano, all’Università Milano-Bicocca (piazza dell’Ateneo Nuovo 1), dalle 9 alle 17, si svolgerà la conferenza «Promuovere la qualità di vita di bambini e adolescenti con disabilità multipla e bisogni complessi di assistenza e cura: dalla teoria alla pratica», curata dalla Fondazione Don Gnocchi a conclusione del progetto europeo “Enablin+”, voluto dalla Commissione Europea per sviluppare un sistema di servizi interdisciplinari di formazione professionale, all’interno del quale professionisti e genitori, provenienti da ambienti differenti, possano sviluppare le proprie conoscenze al fine di accrescere la qualità della vita dei bambini con bisogni complessi di assistenza e cure.

La conferenza sarà preceduta da un corso di formazione per formatori, che si svolgerà il 22 e 23 settembre al Centro Irccs “S. Maria Nascente” della Fondazione Don Gnocchi (via Capecelatro 66), con la partecipazione di professionisti che operano con funzioni formative nell’ambito delle disabilità complesse dell’età evolutiva.

“Enablin+”, inserito nel Programma Leonardo per l’Apprendimento permanente, si rivolge a personale medico e riabilitativo, insegnanti, educatori, assistenti e genitori di bambini e giovani adulti (0-21 anni) con disabilità multiple, complessi e intensi bisogni di cura e assistenza e gravi restrizioni nelle attività e nella partecipazione nell’ambito della cura di sé nella vita quotidiana, dell’educazione, della comunicazione, della mobilità e delle attività del tempo libero.

Gli obiettivi sono in particolare quelli di promuovere la qualità di vita di questi bambini e ragazzi, aumentare la loro partecipazione sociale ed educativa e sviluppare moduli interdisciplinari di formazione per i servizi rivolti a professionisti e genitori che operano in questo ambito, formare il personale scolastico all’accoglienza nella scuola e rafforzare la cooperazione tra genitori e professionisti.

Sono coinvolti nel progetto sette Stati dell’Unione Europea: oltre alla Fondazione Don Gnocchi per l’Italia, Enablin+ si sviluppa attraverso realtà analoghe in Belgio, Olanda, Francia, Romania, Bulgaria e Portogallo. Ogni partner è chiamato a collaborare con la propria Regione di riferimento, tramite una rete locale/regionale/nazionale che fa perno sul ruolo di provider di moduli formativi, di servizi e di organizzazioni di famiglie.

Info: www.enablinplus.eu

Ti potrebbero interessare anche: