Redazione

NOTIZIE UTILI Oggi, nella Valcalepio enologica, si ha una perfetta sintesi fra la vecchia viticoltura basata sui vitigni autoctoni (quali Moscato di Scanzo, Merera e Incrocio Terzi n. 1) e i vitigni giunti agli inizi del Novecento: Pinot bianco e grigio, Chardonnay, Merlot e Cabernet Sauvignon. Due gamme di vitigni che costituiscono l�ossatura della denominazione di origine controllata �Valcalepio� (la prima ad essere anche certificata!), che garantisce la nascita di vini moderni in armonia con la pi� blasonata delle tradizioni. Una interessante opportunit� per conoscere e gustare (� proprio il caso di dirlo) il Valcalepio verr� offerta la terza domenica di novembre, quando una dozzina di aziende bergamasche apriranno le loro cantine al pubblico in occasione della manifestazione �Andar per vigne�. Per informazioni ci si pu� rivolgere al Consorzio Tutela Valcalepio (via Rovelli 21, Bergamo; tel. 035.4173694).  

Ti potrebbero interessare anche: